passeggio in una città

Passeggio in una città

senza sponde

mente la sera

specchi congedi fumi

che denunciano ritorni

mi lascia solo

ragazze

il passo di ragazze lontane

non pronunciano il mio nome non decretano

la mia morte

allora ritorno

agli istoriati corridoi del ricordo

pelli carne piene sagome

nei loro corpi

il rumore delle palpebre nel chiudersi

e forse

forse un grido letterario diede un nome

all’istante in cui fui felice

all’ombra

sempre all’ombra

delle fanciulle senza fiore.

(ancora manuel vazquez montalban da ‘il desiderio e la rosa’, foto di peopea)

Advertisements

One thought on “passeggio in una città

  1. Per caso ho scoperto il tuo blog, sono rimasta piacevolmente sorpesa, scorrendolo, della tua sensibilità verso le donne. In tutti gli articoli c’è un sottofondo di rispetto e ammirazione. Grazie della fiducia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...