le dieci cose che non saranno più le stesse

un libro sull’attualità che parla della crisi economica che stiamo vivendo, con la capacità di spiegare paralleli e differenze con la grande depressione del ’29

homer-simpsonil libro spazia dall’economia della felicità ai grandi cambiamenti geopolitici di questi anni, narrando il tutto sia attraverso aneddoti contemporanei che con uno sguardo storico più ampio

centrale l’analisi del rapporto cina – usa, già in altri libri di federico rampini, basato sul finanziamento da parte cinese del deficit americano, usato per comprare merci cinesi: l’equilibrio è destinato a rompersi e a portare a una diversificazione degli investimenti cinesi e/o a iniziative per sostituire il dollaro come moneta dominante; la domanda principale è se ciò accadrà in un clima di scontro o all’interno di un nuovo direttorio mondiale a due (g2?)

il libro, assolutamente da consigliare, è penalizzato dalla pubblicazione in una  collana di instant-book, di difficile reperimento già pochi mesi dopo l’uscita

“Per vent’anni il personaggio dei cartoon televisivi Homer Simpson è stato una caricatura feroce dell’americano: infantile, irresponsabile, incosciente, fatuo, grasso e felice.”

“L’uscita dalla crisi non sarà possibile se non si affronta la causa più profonda: l’insufficiente potere di acquisto delle popolazioni, generato dagli squilibri sociali. La lezione degli anni Trenta è valida oggi. Un’economia di mercato senza giustizia sociale è intrinsecamente fragile e instabile.”

One thought on “le dieci cose che non saranno più le stesse

  1. Pingback: occidente estremo « il blog di Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...