non vedi niente lì?

“Tutte le attitudini concettuali, tutte le pratiche espressive, tutti gli approcci pluriliguistici sintonizzati sulle dissonanti, contaminate, joyciane frequenze dell’arte degli ultimi decenni convergono su questo punto d’equilibrio instabile. Le arti contemporanee si danno via: si offrono, fuoriescono da loro stesse; ma anche si fanno strada, tracciano un percorso, anche se paradossale. Perché occorre poi saperlo abitare con metis (con sagacia, abilità, destrezza) questo autospossessamento; bisogna saper seguire fino in fondo la propria errante radice e farne linguaggio. Troppi sembrano continuare a non capirlo, ma l’arte in  fondo è una piccola cosa: spesso le basta spostare un accento, per incendiare il senso.”

(citato in parlare le immagini, il brano dal libro non vedi niente lì? ; interessante visione multidisciplinare che sposa arti e modernità)

Annunci

Informazioni su vaccaricarlo

father (3), blogger (vaccaricarlo), biker (Ducati)
Questa voce è stata pubblicata in opcit e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...