corea 2010 – 3

mattina sveglia all’alba, metro (ormai siamo di casa) e seoul station; prendiamo un caffè e saliamo sul ktx, treno superveloce che ci porterà a daejeon (250km) in un’ora – durante il viaggio tocchiamo i 298km/h

il paesaggio, quel poco che si vede dal treno tra gallerie e barriere varie, non è granché, molti lavori stradali ed edili in corso, un paesaggio che o è squallida periferia semi-industriale o è rovinato da grattacieli di case popolari; evidentemente la pressione demografica non consente di preoccuparsi troppo di argomenti sovrastrutturali come la cura del paesaggio

arriviamo a daejeon, scendiamo alla stazione: la città è davvero corea, altro che seoul! forti contrasti tra modernità – la stazione, la metro, i taxi, il quartiere degli uffici, i mall – e povertà circostante – qualche mendicante, case e strade malridotte, negozi da terzo mondo

tentiamo di prendere un bus, ma non riusciamo neanche a capire (e farci spiegare) dove si prende – rinunciamo, prendiamo un taxi che per 6.000 won (4 euro)  ci porta al nuovissimo (e bello … l’avessimo noi!) palazzo dell’istituto statistico, nel nuovo quartiere uffici governativi

arriviamo giusto all’inizio della conferenza, ritrovo i vecchi amici di tanti convegni e ci tuffiamo nel lavoro

la sera welcome dinner, con tanto di discorsi ufficiali e ottimo cibo coreano a volontà

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...