occidente estremo

rampini rientra in america e si trasferisce a new york dopo cinque anni passati a pechino: trova un paese diverso dove alle scintillanti fortune delle società globalizzate leader mondiali (tra tutte google e apple) fanno da contraltare servizi pubblici scadenti e una generale inefficienza del sistema spesso generata da un mercato del lavoro che  genera posti di lavoro spesso dequalificati e frustranti

una parte degli stati uniti sembra dare già per persa la gara per la leadership mondiale con la cina, capace di invadere il mondo con le sue merci e di mantenere con i suoi investimenti il deficit pubblico americano

rampini va in cerca dei segnali di nuovi stili di vita che possano riaffermare l’egemonia culturale americana, ed analizza la nuova etica del lavoro che si sta affacciando, nuove esperienze di vita e consumi ecocompatibili, nuove forme di cooperazione sviluppate soprattutto sul web da comunità americane (che non possono non essere anche globali)

in coda al libro un bel capitolo con descritti i settori in cui il dominio è ancora, nettamente, americano: l’entertainment di pixar e disney, il design di apple, la pervasività del gps ancora gestito dal pentagono, la formazione di cervelli nelle università, la capacità di integrare culture

“Un valore tipicamente occidentale resta il il diritto al dubbio, il dissenso, l’amore del pensiero trasgressivo. … Se Steve Jobs, il geniale creatore di Apple e Pixar, fosse vissuto in Cina anziché in California, forse sarebbe finito in carcere o in esilio prima di diventare  … Steve Jobs. Perché certe punte di creatività sono possibili solo in un sistema che premia gli originali, i ribelli, gli outsider.”

“Una profonda disistima per la burocrazia pubblica è all’origine di un circolo vizioso. Sottopagati, disprezzati, gli impiegati dello Stato finiscono spesso per assomigliare alla caricatura che si fa di loro.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...