kindle

babbo natale mi ha portato il kindle, l’ultimo, quello piccolo senza tastiera: ecco le prime riflessioni

1 – sento una specie di vertigine, siamo sull’orlo di un cambio di paradigma epocale, alla gutenberg – probabilmente il libro come lo conosciamo è destinato a sparire in poche decine di anni

2 – le librerie online devono ancora migliorare molto per soddisfare le necessità dei lettori: oggi difficile trovare consigli, confronti, metodi di selezione intelligenti – non è pensabile scorrere migliaia di titoli per trovare in libro, mancano ricerche multi-criterio, molto poche le funzioni social

3 – aperto il confronto tra modelli aperti e modelli walled garden: ancora regna il caos dei formati (molti incompatibili con molti reader), i clienti dei siti sono confusi

4 – c’è il solito problema di garantire insieme proprietà intellettuale e diffusione della conoscenza: perché non rilasciare gratuitamente i libri fuori catalogo?

5 – in italia assistiamo a una vera follia dei prezzi: capisco l’iva superiore, ma è davvero ridicolo pensare di vendere allo stesso prezzo bit e atomi (penso che siamo l’unico paese al mondo)

altre riflessioni interessanti dal solito gandalf

Annunci

Informazioni su vaccaricarlo

father (3), blogger (vaccaricarlo), biker (Ducati)
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a kindle

  1. PierG ha detto:

    Bella analisi logica ma … cosa dice la pancia? Ti piace? 🙂
    PierG

  2. Francesco ha detto:

    Il tuo babbo natale è passato anche da me ;o)

    Per il momento ho deciso di gestire la “mia” biblioteca con calibre (http://calibre-ebook.com/) che, all’occorrenza, mi fa le conversioni di formato necessarie

  3. vaccaricarlo ha detto:

    Sì, mi piace.
    Mi piace la lettura che non stanca la vista
    Mi piace la comodità di portare in viaggio solo “lui” carico di libri, invece di chili di libri
    Mi piace non abbattere alberi per un mio piacere
    Mi piace la possibilità di avere lì “dentro” Zingarelli e Wikipedia

  4. Valentina ha detto:

    Sì ma “l’orecchia” alla pagina per sapere dove sei arrivato?
    Quella frase che ti piace talmente tanto da volerla sottolineare?
    E l’emozione di riprendere in mano un libro dopo anni e ritrovare le parti sottolineate e le tue note a margine….
    La fascinazione delle librerie e delle copertine che ti attraggono e ti fanno scegliere “quel” libro in mezzo a tanti altri…..
    Non lo so se sono pronta a rinunciare a tutto questo…anche se in effetti riconosco tutti i vantaggi che hai riscontrato tu…..

    • vaccaricarlo ha detto:

      @Vale, per l'”orecchia” puoi inserire segnalibro
      Puoi evidenziare del testo e aggiungere note (che puoi anche comunicare ad altri)
      Sulle librerie sono d’accordo: ancora va fatta molta strada!

  5. Valentina ha detto:

    Mmmmh….forse ….ma ancora non mi voglio convincere.
    Sarà che – io in mezzo ai libri- ci lavoro…che ho passato queste settimane di feste a “smantellare” due biblioteche in ufficio ma sfogliare le pagine dei libri….è ancora troppo accattivante…
    E’ anche vero che i vantaggi del Kindle non si possono negare e che se la “direzione” è quella non possiamo opporci…
    Sono una nostalgica fanciulla ancient regime…che vuoi farci. Finchè posso resisto….già mi hanno tolto carta penna e calamaio e sono sopravvissuta….ce la farò anche questa volta…;-) con il vantaggio di non avere più quelle borse appesantite da certi tomoni…

  6. Pingback: patrimonio « il blog di Carlo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...