la strategia del cyborg

un libretto di thierry crouzet scritto a più mani con alcuni stimolatori spiega perché siamo tutti cyborg – lo siamo da quando portiamo gli occhiali, usiamo cellulare o ipod, abbiamo bisogno di un pacemaker

lo siamo ancora di più quando co-creiamo in rete con altri soggetti, modificando per sempre il lavoro intellettuale, trasformandolo in opera collettiva sviluppata con il  supporto insostituibile di strumenti tecnologici

il libretto (si può ancora dire così di un ebook?) è scritto a piccole tesi, quasi aforismi, molti interessanti, alcuni ridondanti – per scelta (per definizione?) manca organicità – possono essere organici i cyborg?

da leggere seguendo il gioco ipertestuale dei link e delle conversazioni tra autore-matrice e amici-stimolatori

“Il cyborg non è né umano né macchina, espande la macchina verso l’umano e l’umano verso la macchina, confonde i confini tra i generi.”

“L’essere umano nudo è umano. L’essere umano vestito è già cyborg. Occhiali, pacemaker, cellulari… accessori da cyborg.”

“L’homo sapiens sapiens è il frutto della simbiosi degli ominidi con gli strumenti. La simbiosi con i computer la prolunga. Senza di essi, la nostra civiltà sarebbe incapace di mantenere il suo livello di complessità e di assicurare la sussistenza di miliardi di esseri umani. Maggior comunicazione. Maggior controllo aereo. Più sorveglianza sulla propagazione dei virus. Economia maggiore. Assistenza sanitaria maggiore. In quanto civiltà, viviamo in simbiosi obbligatoria con le macchine.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...