tony pagoda e i suoi amici

torna tony pagoda a dispensarci le sue pillole di saggezza, ma la recita è diventata stanca e il risultato non è neanche paragonabile alla prima grande prova di “hanno tutti ragione

in capitoli diversi tony racconta di incontri immaginari con personaggi dello svaporato star system italico, dal mago silvan a carmen russo a berlusconi, e ogni incontro è occasione di riflettere sul senso (scarso) della vita

ci vengono regalate ancora piacevoli pennellate di filosofia, ma il quadro manca – le storie migliori sono quelle dove sorrentino, abbandonata l’imitazione di “novella 2000”, racconta storie di persone qualunque, squarci profondi su vite in cerca di senso

“No, ho aperto una cartolibreria perché mi piacciono gli inizi. Settembre è il mio bunga bunga. Figli e madri arrivano qua, luccicanti, comincia l’avventura della scuola. Scelgono, per la prima volta, penne e pennarelli, e così s’illudono di scegliere il futuro. E poi si sa come va a finire. Perciò, gli inizi, Pagoda, soltanto gli inizi hanno senso. Il resto è roba sconclusionata, cioè senza conclusione”.

“Napoli, questo lo dice Pagoda vostro, è la città più snob del mondo e rivendica continuamente la sua unicità. Non ha importanza di cosa. Che sia il genio di Benedetto Croce, Maradona o la munnezza per strada, Napoli è sempre sfacciatamente orgogliosa se quella cosa ce l’ha solo lei. “

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...