auguri informatici senza frontiere

logoriporto sul mio blog gli auguri di fine anno di informatici senza frontiere, l’associazione contro il digital divide con cui quest’anno ho collaborato per la fantastica “palestra” informatica del centro anziani garbatella e per il bellissimo impegno nei paesi terremotati dell’emilia

facendo il mio bilancio di fine anno mi sono accorto che molti dei momenti di gioia del 2012 sono nati all’interno di iniziative di volontariato come queste – sono contento di aver dato anche io un po’ di “entusiasmo, costanza, dedizione, cervello e sorriso”

minisito_emilia“E’ stato un anno importante per il numero di soci effettivamente coinvolti nei progetti, per la qualità dei risultati, per i riconoscimenti di successo avuti, ma anche, e non ultime, per le innovazioni che abbiamo saputo realizzare; il merito e’ di tutti voi che avete donato competenza ed impegno, ed ancor di più, entusiasmo, costanza, dedizione, cervello e sorriso.

                                                                                                        GRAZIE
  • abbiamo insegnato l’abc del computer e di internet agli anziani col progetto Navigare Insieme a Milano, Roma, Firenze, Cagliari, Torino, Bari, Ancona, Parma, Venezia, Trento, Napoli, Palermo, Trieste e Genova; alcune città hanno avuto centinaia di allievi (Venezia in primis) e le giornate spese per questo progetto arriveranno intorno ai mille giorni a fine progetto (v. sotto un video girato in larga parte a garbatella)
  • ma l’abc l’abbiamo insegnato anche ai bambini di strada di Napoli e Scampia, ai tossicodipendenti di Roma, agli emigrati e rifugiati extracomunitari di Bari e ancora a Verona, Benevento ed in altre città
  • abbiamo costruito aule didattiche ed insegnato in Africa , iniziando dal Mali in gennaio per poi andare in Sud Sudan, in Uganda, e proseguire in Tanzania e finire nei prossimi giorni in Madagascar, senza dimenticare quanto fatto in Albania
  • abbiamo aiutato le persone colpite dal terremoto in Emilia, fin dai primi giorni del sisma, ed ancora le stiamo aiutando con l’allestimento di aule scolastiche; da tutte la regioni sono arrivati soci a lavorare nei fine settimana, o prendendosi giorni di ferie; in questo caso i giorni spesi sono stati  appena inferiori a 200
  • e poi c’è stato il solito supporto agli ospedali con la nostra applicazione Open Hospital in Etiopia, Kenia, Uganda, Eritrea, Tanzania, …
  • e su questa applicazione abbiamo inserito nuove funzioni, realizzate da universitari che hanno fatto, col nostro aiuto, la loro tesi sperimentale di Laurea
  • abbiamo costruito un sistema (ora in fase di test operativo) che dà la possibilità ai malati di SLA di esprimersi  attraverso il movimento degli occhi, e di comunicare attraverso sms o internet
  • ed ancora un’applicazione per smartphone (anch’essa in fase di test operativo) che dà la possibilità ai ciechi di scorrere e leggere il giornale
  • abbiamo ricondizionato centinaia di PC per poi spedirli presso numerose comunità  italiane od estere
  • … e mille altre piccole attività ed iniziative che hanno aiutato chi è meno fortunato di noi”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...