vertigini e burroni

oggi in macchina ascoltavo un cd che mi ha registrato mio figlio, nel quale aveva inserito anche la canzone “mi fido di te” di jovanotti

ricordo che quando me lo regalò mi disse con un’aria tra il complice e il protettivo : “ho pensato a te per il verso la vertigine non è paura di cadere ma voglia di volare” (per un periodo della mia vita ho sofferto di vertigini e ho avuto paura di volare) – ad oggi è il regalo più bello e il ricordo più dolce del nostro rapporto

un altro verso della stessa canzone “stendersi sopra il burrone e guardare giù” mi ricorda una bellissima foto di piero presa nel nostro più bel viaggio insieme: il giro in moto in usa nel 2006 – steso su una roccia a horse shoe bend a strapiombo centinaia di metri sopra il colorado

Immagine54(2)

One thought on “vertigini e burroni

  1. Ed io l’altro giorno rifacendo la nera Folgarida ricordavo la più bella discesa di una pista in sci che abbia mai fatto: io, te, 8 del mattino, neve con i solchetti dei “mici” delle nevi, e niente e nessun’altro!

    grazie!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...