baghdad 2013 – 1

Iraqdi nuovo in iraq per lo stesso progetto sulla modernizzazione del settore pubblico

stavolta vado direttamente a baghdad e il viaggio è scomodissimo: partenza alle 19 da roma, sosta a istanbul dalle 11 alle 3 e mezza, poi aereo per baghdad, dove si arriva alle 7 e mezza

a istanbul cedo alla tentazione di farmi derubare e passo tre ore nell’albergo interno dell’aeroporto, invece di accamparmi sulle scomode panchine

sull’aereo per baghdad la solita varia umanità: iracheni ormai abituati ai viaggi e vecchi al primo volo, donne velate e ragazze vestite all’italiana, gruppi di orientali e contractor pieni di tatuaggi, famiglie con bimbi e improbabili turisti

l’alba ci coglie mentre passiamo sulle montagne innevate del kurdistan e scivoliamo verso la pianura dei due grandi fiumi: spettacolo!