baghdad 2013 – 4 (e poesia!)

IMAG0033stamattina andando al lavoro ho scattato qualche foto: penso che le immagini spieghino meglio di quello che posso dire io, la situazione – una casa con una parte in ristrutturazione e altre scarrupate, la norma da queste parti

stamattina verso l’una ci sono state delle bombe, dicono al ministero della giustizia, un paio di isolati da qui: in pochi minuti tutti lo sapevano, gli elicotteri volteggiavano in cielo mentre una colonna di fumo bianco si alzava da poco distante – i commenti: per fortuna l’esplosione è stata dall’altra parte, rispetto a dove dobbiamo andare noi, così non restiamo bloccati

quando siamo usciti la città sembrava un formicaio scoperchiato: tutti giravano in mille direzioni, il traffico impazzito, molta gente rimasta a piedi dal blocco di una delle zone centrali – anche qui i commenti erano del tipo “chissà se è più traffico da fine-settimana o per gli attentati”

baghdad è oggi questo, ma sentite che sensualità mille anni fa il nostro abu nuwas …

Riconosco nel buio una luna
se al buio ti bacio:
bastasse baciarti ad eclissare l’aurora.

Se solo la veglia disvela una luna che dorme,
ch’io muoia d’insonnia,
e nel sonno ti bacio.

Luna di seta pungente
di morbida ruvida seta
intessuta a vestirti.

Invidio chi copri di baci,
chi scopre il segreto vestito
dei tuoi pantaloni di seta.

One thought on “baghdad 2013 – 4 (e poesia!)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...