l’imprevedibile viaggio di harold fry

anteprima-limprevedibile-viaggio-di-harold-fr-L-0jlU8Zconsigliato durante una camminata in francigena (grazie fede!), un piacevole libro leggero, come leggero deve essere il passo durante una camminata

il protagonista è un uomo semplice in pensione, chiuso in una vita vuota con una moglie arida, che in giorno, stimolato da una lettera, sì mette in cammino, quasi per caso, per una destinazione lontana più di ottocento chilometri
la camminata fa (ri)scoprire ad harold la vita, quella vita che sì è sempre rifiutato di vivere fino allora, nascondendosi per non dar(l)e fastidio

la prima scoperta è delle meraviglie della natura, gli alberi, le erbe e le nuvole, che colpiscono harold come non le avesse mai viste – il viaggio diventa poi una affascinante scoperta degli altri, delle loro storie tutte diverse, tutte importanti e inutili, storie strane come tutte le vite, uniche, stupide, affascinanti

poi la storia di harold arriva ai media e allora di colpo diventa una specie di guru con i suoi seguaci, ma media e seguaci altrettanto velocemente lo abbandonano dopo averlo usato e masticato – e verso la fine della strada il momento più duro, quando in vista del traguardo si perde il senso e arriva la paura di arrivare

il libro riserva anche una sorpresa finale che dà un colore diverso a tutta la storia della coppia harold e maureen … e poi si può solo piangere per la struggente disperata bellezza della vita

“Il suo nome e l’indirizzo erano scribacchiati con la biro, e le goffe lettere si tuffavano l’una nell’altra come se le avesse scritte un bambino frettoloso.”

“Ascoltò il suo messaggio tremolante: «Risponde la segreteria telefonica di Harold Fry. Spiacente ma lui… non è qui». La lunga pausa nel mezzo faceva pensare che in realtà fosse andato a cercare se stesso.”

“Lo avevano guardato con le sue scarpe da vela ai piedi, avevano ascoltato ciò che aveva detto, e nelle loro menti e nei loro cuori avevano deciso di ignorare l’evidenza e immaginare qualcosa di più grande e di infinitamente più bello dell’ovvio.”

“Fu interrotto dalla coppia nel tavolo accanto. Avevano alzato la voce. Harold voleva andarsene, ma non c’erano spiragli di silenzio nei quali infilarsi per alzarsi e salutare.”

Illustration of man walking into distance along pavemente poi citazioni sul camminare, da usare nella prossima francigenazen

“Attraversandola a piedi, la vita era assai diversa.” (verissimo!)

“Era sorpreso di ricordare tutto questo. Forse dipendeva dal fatto che aveva camminato. Forse, quando si scende dalla macchina e si usano i piedi, si vede ben più del paesaggio.” (già)

“Capì che il suo viaggio a piedi, quel camminare per espiare i propri errori, era anche un modo per accettare le stranezze degli altri.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...