iraq 2013b – 6

anche sabato recluso in albergo:  ho prima lavorato alla relazione, poi all’una sono andato in piscina: nel ristorante dell’albergo c’era una riunione di non so cosa e le sale erano piene di gente – ho chiesto al “manager” della piscina se potevo tuffarmi e mi ha fatto cenno di andare

IMAG0323quando sono arrivato in piscina c’erano dozzine di persone (tutti maschi e vestiti) intorno; inizio a nuotare e mi sembra di stare nel “laureato” con tutti che mi guardano da bordo piscina – dopo una ventina di minuti mi vengono a dire che è meglio se esco dalla piscina perché li distraggo (da che?)

ieri è arrivato il coordinatore del progetto, un palestinese giordano, così oggi (domenica!) quando siamo andati al lavoro alle riunioni parlavano tutti in arabo, salvo poi scusarsi con me

baghdad: contrariamente a quello che si potrebbe pensare, la situazione è in miglioramento: alcuni lavori che sembravano eterni sono finiti e via al-sadoon adesso sembra una strada di parigi, con i suoi alberelli verdi nello spartitraffico, l’asfalto nuovo e liscio e i marciapiedi in porfido – stamattina stavano addirittura dipingendo la balaustra del ponte sul tigri, che penso non vedesse vernice dai tempi di saddam

e anche sul lavoro una grande novità: il wifi! e finalmente siamo connessi ovunque siamo, per ora solo nei due piani del settore it – il lavoro inizia bene, anche se mi accorgo che molte delle raccomandazioni della missione precedente non sono state portate avanti … le preciserò meglio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...