il mondo fino a ieri

diamondjared diamond ci porta con questo libro a riflettere su vari aspetti delle civiltà tradizionali, quelle delle tribù diffuse in tutto il globo fino a 10.000 anni fa ed oggi presenti solo in poche aree remote, come la nuova guinea

il confronto tra le società tradizionali e le nostre “evolute” è l’occasione per capire quali aspetti “antichi” sono ancora con noi e ci influenzano – “In altre parole, il mondo di ieri non è stato cancellato e sostituito in toto dal mondo di oggi, e molto di esso è ancora con noi.”

inoltre in alcuni casi lo studio delle civiltà tradizionali vi può suggerire soluzioni valide anche oggi – infine il confronto tra l'”altroieri” e l’oggi ci può aiutare a capire i motivi remoti di alcune scelte delle società civilizzate, e quindi a poterle accettare o respingere con maggiore cognizione di causa

nei vari capitoli vengono affrontati temi universali per tutte le società umane, come il trattamento degli anziani, l’educazione dei figli, la soluzione delle controversie attraverso accordi o guerre, le valutazioni del rischio, sempre confrontando con occhio critico le differenze (non sempre a nostro favore!) tra i comportamenti delle società odierne e “il mondo di ieri”

leggete ad esempio cosa dice sull’abitudine dei bimbi di dormire con i genitori! … da rifletterci sopra! ricordo anche una riflessione simile di un altro grandissimo etologo, desmond morris – notate quante delle raccomandazioni di diamond siano in effetti prese in considerazione dai più recenti sviluppi della puericultura

mi piace molto come scrive diamond e come riesce sempre ad essere stimolante – di lui ho amato armi, acciaio e malattie (da leggere assolutamente!) e mi è piaciuto collasso

“Quando scopriamo che cosa significa vivere in modo tradizionale scopriamo anche aspetti di cui siamo felici di esserci liberati, e questo ci aiuta ad apprezzare meglio le società moderne; di fronte ad altri aspetti proviamo invece un senso di invidia e di perdita tout court, o magari ci chiediamo se non sarebbe il caso di riadattarli e riadottarli anche noi in maniera selettiva.”

“Da un campione interculturale di 90 società umane tradizionali non è emerso un solo esempio di madre e neonato che dormano in stanze separate, e questa recente invenzione è la responsabile delle lotte serali che tormentano i moderni genitori occidentali.”

“Molti altri studi dimostrano inoltre che i bambini di un anno il cui pianto venga regolarmente ignorato finiscono per passare più tempo a piangere dei bambini a cui viene dato ascolto.”

“Per questa popolazione, inoltre, sesso e cibo hanno significati diametralmente opposti rispetto a quelli che assumono per noi occidentali: i sironó si preoccupano moltissimo di avere cibo a sufficienza ma fanno sesso praticamente ogni volta che ne hanno voglia, e se necessario suppliscono con questo agli attacchi di fame; noi, al contrario, mangiamo ogni volta che ne abbiamo voglia, ma polarizziamo le nostre ansie sul sesso e compensiamo la frustrazione sessuale con il cibo.” (!)

“Oltre al bilinguismo le società tradizionali offrono numerosi spunti su come allevare i figli, e i genitori potrebbero scegliere ciò che di volta in volta fa al caso loro: allattamento a richiesta (laddove e nella misura in cui ciò sia possibile), svezzamento tardivo, contatto fisico fra neonato e adulto, condivisione della camera da letto (mettete un materasso o una culla nella camera dei genitori, e parlatene col pediatra!), trasporto dei neonati in posizione verticale e con il viso in avanti, abbondanti cure alloparentali, risposta sollecita al pianto, rifiuto delle punizioni corporali, maggiore libertà di esplorazione dello spazio (con gli opportuni controlli!), gruppi di gioco pluri-età (ugualmente vantaggiosi per grandi e piccoli), incoraggiamento del gioco creativo e spontaneo in sostituzione di giocattoli «educativi», videogiochi e altri intrattenimenti preconfezionati.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...