incubo microsoft

a marzo ho cambiato il mio vecchio fedele portatile: ormai il dvd funzionava a singhiozzo, sulla cerniera dello schermo  una lunga crepa minacciava di spezzare il tutto – lunga scelta, ho comprato un samsung con processore i5, una configurazione media, tanto con linux non ho bisogno di chissà quale potenza

evil-microsoftil pc mi è arrivato con windows 8 e con l’orribile “secure boot” contro cui si scagliava giustamente stallman: dopo una battaglia di mezza giornata, ho trovato le giuste configurazioni del boot, ripartizionato windows 8 e installato il mio linux – per inciso: windows 8 in sé secondo me è fallimentare! forzare l’interfaccia touch per un sistema che nel 98% dei casi deve funzionare con la tastiera mi sembra uno stupido suicidio – inoltre microsoft, convinta alla logica del famolo strano, non solo ha fatto sparire il pulsante start, ma ha fatto in modo che non ci sia proprio un punto del sistema dove si possono lanciare tutti i programmi: alcuni sono sulla home, altri nel desktop, altri nei menu … demenziale!

comunque per sei mesi ho vissuto bene, dato che ho usato per il 95% del tempo linux, che funzionava perfettamente come al solito

la settimana scorsa esce windows 8.1, che dovrebbe rimediare ad alcune delle str…ate citate – preso dalla curiosità provo ad installare l’aggiornamento, che in effetti è un altro sistema operativo: scarico, lancio il tutto e dopo lunga elaborazione il sistema mi dice che non può completare l’update (come altri utenti)

purtroppo a quel punto l’update non riesce neanche a far  ripartire la vecchia versione e mi ritrovo con un pc con mezzo disco inutilizzato – nel frattempo vado a camerino a fare lezione e oggi decido di provare a installare, al posto del defunto windows 8, la versione precedente: prendo il dvd di windows 7, lo lancio e … il pc al primo reboot si rifiuta di fare il boot di qualunque cosa, linux o window, dando un errore di “secure boot”, il meccanismo infernale che dovrebbe evitare problemi di sicurezza, e nella pratica semplicemente impedisce agli utenti di installare quello che vogliono sul pc che hanno comprato (anche le vecchie versioni di windows!)

l’ultima beffa è che lanciando il recovery con il dvd di windows 8, il sistema lavora per un’ora e mezza, alla fine vi dice che ha risistemato tutto, riavviate tranqwuilli e … non è successo niente e l’errore si ripresenta – la cosa più pazzesca è che il secure boot blocca completamente l’utente, che non può neanche modificare parametri del bios e provare a risolvere il problema – risultato: chiamata a samsung e probabile flash del bios

morale: il prossimo pc starò bene attento a comprarlo senza secure boot, o uefi o efi che dir si voglia, in modo da essere libero di installare quello che voglio, senza che quegli incapaci delle microsoft vengano a sindacare cosa posso fare con il MIO hardware

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...