new york 2014 – 6

e la mattina mi commuovo come uno scemo quando il simpaticissimo sudafricano chiede nella discussione finale di alzare la testa e guardare più lontano, rompendo la asettica efficienza del tavolo europeo di presidenza – il confronto tra persone di tutto il mondo e di tutte le culture è come sempre uno dei motivi fondanti dell’onu e uno dei principali motivi per fare con passione il nostro lavoro

al break riusciamo finalmente a parlare con i vietnamiti “giusti” e a spiegargli le modalità di attivazione di eventuali azioni di cooperazione – poi la chiusura della commissione con la lunga discussione delle decisioni finali

imageci si saluta con tutti e vado da solo a grand central prendere il bus per il jfk, che si dimostra anche stavolta uno dei pochi aeroporti al mondo a competere in disorganizzazione con fiumicino – segnaletica incomprensibile, file chilometriche ai controlli, poliziotti nervosi e cafoni, caos ai gate

viaggio standard alitalia con steward simpatici e sedili lillipuziani e si rientra – fiumicino comunque non si smentisce: arriviamo in anticipo con l’aereo e poi aspettiamo UN’ORA per i bagagli … quando capiremo che questo è il primo biglietto da visita per moltissimi stranieri

(nella foto la postazione del guatemala che mi ha spesso ospitato in commissione)

One thought on “new york 2014 – 6

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...