sono io a non capire l’economia, o è l’economia a non capire me?

copj170.aspun bel libretto scritto dall’economista mauro scarfone contrappuntato dall'”antipatizzante” filippo la porta che pone le domande che tutti quelli che non hanno mai studiato economia si fanno in questi anni – il libretto è pieno di simpatiche citazioni di e sugli economisti

conosco mauro da tanti anni, tempo fa abbiamo condiviso tempo, amicizie e passioni motociclistiche – di filippo ricordo una breve scena in ecce bombo, concerti di percussioni e molti libri scritti

il libro è godibile e pieno di considerazioni che condivido: chiare, oneste, di buon senso, con giusti continui accenti sulla pessima distribuzione della ricchezza in italia – mi è piaciuto molto come mauro distrugge le cavolate economiche propinate dai berlusconi e dai grillo, riportando con brevi frasi indiscutibili a una realtà che non ammette scorciatoie populistiche o bufale televisive

particolarmente interessante la parte sulla recente crisi finanziaria, spiegata senza ricorrere al gergo degli economisti; da seguire anche la bibliografia, breve, ma piena di libri da leggere – un difetto: forse alla lunga la struttura “a dialogo” del libro stanca un po’

“Vivere meglio con meno soldi? In fondo, trent’anni fa gli autori di questo libro campavano più che discretamente con un reddito reale più basso di circa il 40 per cento, sprecando di meno, godendosi di più le cose che riuscivano a fare e, soprattutto, molto meno insicuri sul destino dei figli, e non solo perché non erano ancora nati.”

“La fisica ha 3 leggi che spiegano il 99 per cento  dei fenomeni e l’economia ha 99 leggi che spiegano il 3 per cento dei fenomeni”(Andrew Lo)

“La ragione per cui la mano invisibile (di Adam Smith) sembra invisibile è che non c’è” (Joseph Stiglitz)

“Quando qualcuno dice che possiamo fregarcene, non pagare i debiti, uscire dall’euro e dall’Europa, nel caso migliore è una persona ingenua e disperata, nel peggiore (e mi viene in mente un nome…) è un ricco speculatore che fa molto peggio che dire una stupidaggine: sta facendo il suo interesse. Come i ricchi argentini, evidentemente si è indebitato in patria e ha investito all’estero. Se l’Italia uscisse dall’euro, i suoi debiti (convertiti in lire) si svaluterebbero rapidamente, e i suoi investimenti esteri si rivaluterebbero, una vera cuccagna per lui e i suoi pari.”

 

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...