generazione a

generazione-a12fra decamerone e dopo-bomba, cinque persone da ogni parte del mondo accomunate da qualche misteriosa relazione con la scomparsa delle api

in un paesaggio deserto di alberi e di relazioni sociali i protagonisti attraversano avventure e continenti

un coupland invecchiato, più maturo, ma sempre capace di inventare e raccontare storie che sul momento stupiscono, poi restano dentro e fanno pensare

nel libro spuntano ovunque miti e letterature di oggi e di ieri, da joice al maestro yoda

“D’altronde gli alieni la sapranno, la differenza fra vita e morte? Forse gli alieni hanno esperienza di qualcos’altro, qualcosa di altrettanto inaspettato della vita. E cosa potrebbe mai essere? Cosa si racconteranno per riempire le crepe inspiegabili dell’esistenza quotidiana? O per comprendere uno tsunami? Quali miti o storie ritengono vere? Come le raccontano, le storie?”

“«Non ti fa paura la morte?» «Per ogni persona in vita qui sulla terra ci sono stati milioni di morti prima, e dopo di noi ce ne saranno altri miliardi. Essere vivi è solo un tecnicismo di breve durata.»”

“Non si era portato molti bagagli, perché nonostante la felicità di fuggire dalla sua vita anche solo per breve tempo, era comunque troppo ansioso e pieno di rancore per fare le valigie; inoltre, era abbastanza giovane da poter dormire vestito e al risveglio apparire scarruffato e sexy invece che stazzonato e similbarbone. Così si trovava su quel treno e non aveva con sé il portatile: la sua prima vacanza dalle informazioni in tutta la vita.”

“Quel paragrafo di Joyce non aveva alcun senso, eppure in un certo senso lo aveva. Trevor si rese conto che la stranezza della lingua inglese è che non ha importanza quanto si scombini l’ordine delle parole: sempre compresi, come Yoda, si viene.”

 

 

 

 

 

Annunci

Informazioni su vaccaricarlo

father (3), blogger (vaccaricarlo), biker (Ducati)
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...