il tuo volto domani – ballo e sogno

loren-mansfield2secondo tomo del libro di marías, dove l’avvenimento centrale è una serata in discoteca con due ospiti italiani – più che un avvenimento, una scusa per continuare le digressioni dell’autore, molte sulla violenza e sulla storia delle vite delle persone

ora sono più abituato alla tecnica di marías : racconta un fatto ed ogni momento, direi ogni fermo-immagine, parte una riflessione che può essere un racconto, una memoria o un flash-back – l’evento raccontato è  così spezzettato come un vetro in mille frammenti, ognuno dei quali partecipa al racconto pur rimandando una immagine diversa

ancora si trovano continui riferimenti al senso delle parole in inglese e in spagnolo,  alla lunga stanca un poco – e ogni tanto piccole curiose intrusioni di eventi “pop”,  come ad esempio descrizione e commenti a questa famosa foto di jane mansfield e sophia loren

“«Sembra strano che si tratti della stessa vita, – pensai. – Sembra strano che io sia lo stesso, quel bambino con i suoi tre fratelli e quest’uomo qui seduto nella penombra, con figli suoi lontani che ora non vede mai, un po’ solo qui a Londra». «Come posso io essere lo stesso?», si era domandato Wheeler nel giardino della sua casa sul margine del fiume, proprio prima di pranzo, quella domenica.”

“Se il concreto non ti diventa astratto, che è quello che oggi succede a tanti, a cominciare dai terroristi e continuando con i governanti: essi non si rendono conto della parte concreta di quanto mettono in moto, e neppure certo vogliono rendersene conto. Non so. La maggior parte della gente di queste nostre società ha visto troppa violenza, fittizia o reale, sugli schermi. E si confonde, la prende per un male minore, per una cosa da niente.”

Advertisements

One thought on “il tuo volto domani – ballo e sogno

  1. Non ho letto questo libro di Marìas e penso proprio che lo farò presto. Di lui ho letto “Domani nella battaglia pensa a me” e “Gli innamoramenti”: mi erano piaciuti tutti e due. La cosa buffa è che – come mi accade per molta letteratura contemporanea – dopo aver letto il libro ed averlo trovato anche gradevole, non saprei descriverne la storia. Pure se il libro parla di cose terribili; come se l’approccio dello scrittore, la minuziosità che ha nel cogliere le sfumature più impalpabili, le sfaccettature dell’animo dei protagonisti, finisse per “cancellare la storia”. Con Marìas questa cosa mi succede in modo particolarmente intenso. Penso che dovrò leggere questo E RILEGGERMI GLI ALTRI, a questo punto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...