le voci di dentro

Servillobello spettacolo a teatro argentina: le voci di dentro di eduardo de filippo con la regia e la partecipazione di toni servillo – uno dei lavori più complessi di eduardo, tutto giocato sui labili confini tra sogno e realtà e sull’incomunicabilità

grande toni servillo, protagonista che sogna un delitto e lo denuncia alla polizia: gli accusati invece di sdegnarsi per l’accusa (falsa), considerano il delitto come “possibile”, lo accettano nel loro universo e lo usano per saldare conti in sospeso all’interno della famiglia – notevole il personaggio di zi’ nicola, che si rifugia in uno sdegnato silenzio, convinto dell’inutilità della parola, e rompe il silenzio solo sull’orlo della morte

gli altri attori sbiadiscono davanti al protagonista e servono da contorno alla amara commedia di eduardo,  la regia è precisa e la scena scarna fa concentrare sulle parole di eduardo e sui dialoghi – come al solito qualche problema per chi non conosce il napoletano: l’amica inglese, anche se bilingue, non ha potuto seguire moltissimi dialoghi

“Mo volete sapere perché siete assassini? E che v’ ‘o dico a ffa’? Che parlo a ffa’? Chisto, mo, è ‘o fatto ‘o fatto ‘e zi’ Nicola… Parlo inutilmente? In mezzo a voi, forse, ci sono anch’io, e non me ne rendo conto. Avete sospettato l’uno dell’altro: ‘o marito d’ ‘a mugliera, ‘a mugliera, d’ ‘o marito… … ‘a zia d’ ‘o nipote… ‘a sora d’ ‘o frate… Io vi ho accusati e non vi siete ribellati, eppure eravate innocenti tutti quanti… Lo avete creduto possibile. Un assassinio lo avete messo nelle cose normali di tutti i giorni… il delitto lo avete messo nel bilancio di famiglia! La stima, don Pasqua’, la stima reciproca che ci mette a posto con la nostra coscienza, che ci appacia con noi stessi, l’abbiamo uccisa… E vi sembra un assassinio da niente? Senza la stima si può arrivare al delitto. E ci stavamo arrivando. Pure la cameriera ha sospettato di voi.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...