american gods

urlun libro difficile da classificare: l’inizio mi ha ricordato il maestro e margherita, per l’irrompere dell’impossibile in una realtà quotidiana – poi mi sono venuti in mente i libri di p. j. farmer con i suoi dei pasticcioni potentissimi e umani

l’america di oggi fa da sfondo alla lotta tra antichi e nuovissimi dei,  il protagonista si trova coinvolto in una guerra dove i piani della realtà vengono travolti e tutto diventa possibile – tra spunti horror alla twin peaks, amori impossibili con dee e zombie, spunti da poliziesco e continui colpi di scena, la battaglia finale si avvicina

l’autore a volte sembra perdere il filo della troppo intricata trama e alcuni riferimenti sono così didascalici da dare fastidio,  ma nel complesso il libro tiene e ci troviamo coinvolti a leggere le peripezie del “fantasma” incosciente

“«Digli che abbiamo riprogrammato la realtà. Digli che il linguaggio è un virus, la religione un sistema operativo e le preghiere sono junk mail. Di-glielo altrimenti ti ammazzo» disse dolcemente dalla sua nuvola di fumo.”

“Chicago arrivò piano piano, come un’emicrania.”

“in America stanno nascendo nuovi dèi che crescono sopra nodi di fede: gli dèi delle carte di credito e delle autostrade, di Internet e del telefono, della radio e dell’ospedale e della televisione, dèi fatti di plastica, di suonerie e di neon. Dèi pieni di orgoglio, creature grasse e sciocche, tronfie perché si sentono nuove e importanti.”

«… e che ragazza, con il petto color crema, tutto coperto di lentiggini, con i capezzoli del rosa intenso dell’alba di un giorno in cui pioverà a catinelle prima di mezzodì ma nel pomeriggio splenderà il sole …»

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...