dizionario delle cose perdute

guccinifrancesco guccini è uno dei cantanti che ha formato la mia generazione: le sue canzoni sono state per anni le nostre canzoni e ci hanno parlato di politica, di personaggi, di avvelenate e d’amore – francesco ha spesso cantato in varie occasioni politiche: ricordo un suo concerto lunghissimo a piazza del popolo negli anni 70 dopo non so quale manifestazione, il fiasco a fianco e il lungo cazzeggio

francesco da qualche anno scrive anche libri, collaborando a qualche giallo – ora ha scritto questo libretto che elenca una serie di cose che non si usano più, che sono appunto “perdute”

si va dai vecchi giochi di bambini alle siringhe che si riusavano ai vecchi liquori ai pantaloni corti che portavamo fino al liceo – in tutte le descrizioni traspare la nostalgia per un mondo che non c’è più che è poi la nostalgia per la giovinezza passata

la lettura è abbastanza piacevole ma certo da francesco mi aspettavo qualcosa di più, o qualcosa di più colto o qualcosa di più divertente

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...