via gemito

viagemitolibro che racconta dell’amore/odio per un padre da parte di un figlio durante i lunghi anni dell’infanzia e adolescenza in una variopinta famiglia napoletana – un padre eccessivo violento che pensa di essere limitato nelle sue potenzialità dalla moglie, vittima predestinata, e dai numerosi figli cresciuti in casa

in un gioco di continui (troppi?!) salti avanti e indietro nel tempo, vediamo la vita della famiglia srotolarsi davanti a noi, piena di eventi grandi e piccoli e di ricordi sformati dalle lenti del tempo – i decenni del dopoguerra sono lo sfondo scelto per racconti di avvenimenti spesso raccontati da altri

come anche in lacci, la famiglia è prima di tutto un luogo di odio e di violenza non solo psicologica, una necessità da sopportare per crescere, un legame che stritola e distorce – una visione pessimistica senza appello

napoli, amata e rifiutata, viene fuori nelle mille espressioni dialettali, quasi sempre parolacce, messe in bocca al padre tanto odiato

“… e diceva: «Adesso Modesta avrebbe trentadue anni»; sicché io stesso, colpito dai loro sospiri, finivo per guardare ogni cosa del mondo con una certa perplessità, sforzandomi di immaginarmi quello che c’era come se non ci fosse, o comunque disfatto e rifatto in altre forme, niente di obbligatorio sotto il sole, nemmeno il sole.”

“Dopo mi sdraiavo sul letto a pancia sotto, sollevavo la testa e guardavo nello specchio. Mi studiavo a lungo, forse aspettando che qualcuno mi confermasse definitivamente: «Sei tu». “

“Non aveva avuto né il tempo né la voglia di parlare della seconda parte della sua vita. Quando gli anni si assottigliano, ciò che è lontano è racconto, ciò che è vicino è sgomento.”

“Ora provo un senso insopportabile di inadeguatezza, sarà così per tutta l’adolescenza. Soffro come si soffre a quattordici anni quando l’immagine che ci rimandano gli altri non aderisce a quella che vorremmo avere.” (uguale per me!)

One thought on “via gemito

  1. Pingback: l’amica geniale | il blog di Carlo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...