la finestra dei rouet

gssimenon tratteggia la struggente vita di una donna sola che vive solo “attraverso” le vite di altre persone che vede dalla sua finestra – in particolare la protagonista si immedesima in una giovane vedova che sfugge al controllo ossessivo dei suoceri e rivendica il suo diritto alla vita e al piacere

la donna affitta parte della casa a una coppia per mantenersi, ma la povertà la attanaglia e la condiziona – i vicoli di parigi sono lo sfondo della vicenda con una serie di comprimari descritti in brevi magistrali pennellate

la vita delle due donne procede parallelamente, ben descritta a tinte cupe dall’autore fino al finale senza speranza

“Forse gli uomini non pensano che l’inizio del giorno è misterioso quanto il crepuscolo, che ha in sé sospesa la stessa parte di eternità. Non si ride fragorosamente, di un riso volgare, nella freschezza tutta nuova dell’aurora, più di quanto non lo si faccia nell’attimo in cui ci sfiora il primo alito della notte. Siamo più seri, proviamo l’impercettibile angoscia dell’essere umano davanti all’universo, perché la strada non è ancora la solita strada rassicurante, ma un pezzo di quel gran tutto in cui si muove l’astro che mette pennacchi di luce sugli angoli aguzzi dei tetti.”

“La parola partorire, che suggerirebbe un’immagine più precisa, non viene proferita; tutto si svolge in un universo ovattato, in cui gli esseri umani appaiono sempre lavati, pettinati, sorridenti o malinconici.”

“Era questa la vita? Un po’ d’infanzia inconsapevole, una breve adolescenza, poi il vuoto, un continuo susseguirsi di preoccupazioni, di grattacapi, di piccole incombenze e, a quarant’anni, già la sensazione della vecchiaia, di una china da percorrere mestamente.”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...