leonard cohen … rip

wp-1478852670830.jpegun altro grande musicista ci ha lasciato: leonard cohen ci ha accompagnato per tutta la vita con le sue canzoni struggenti e profonde – negli ultimi anni ho iniziato ad apprezzare le sue poesie, fantastiche frasi che poi metteva in musica

un amica mi disse un giorno che senza le poesie di lc che abbiamo dedicato alle donne “la metà di noi sarebbe ancora vergine” … vero, era come si dice “ti piace vincere facile”

poesie comunque da brividi … ripubblico qui una che mi incantò

I almost went to bed
without remembering
the four white violets
I put in the button-hole
of your green sweater

and how i kissed you then
and you kissed me
shy as though I’d
never been your lover

Sono andato a letto
senza quasi ricordare
le quattro violette bianche
che ho infilato nell’asola
del tuo maglione verde

e come allora ti ho baciato
e tu hai baciato me
timido come se comunque
non fossimo mai stati amanti

One thought on “leonard cohen … rip

  1. Winter lady è una delle mie canzoni preferite – quelle che, vai a capire perché (ce ne sono di più belle, tra le sue) diventano parte della tua personale colonna sonora, entrando nella tua vita.- E ci è entrata pure relativamente tardi (Suzanne, invece ci era entrata da subito, come credo sia successo praticamente a tutta l’umanità con un minimo di sensibilità poetica). All’inizio dell’anno Bowie (Tuesday’s child e Jump! They say), adesso Cohen…Mi consolo pensando che gli artisti hanno la fortuna di non morire completamente: restano le opere – e quelle li fanno restare eternamente vivi e giovani – in qualche caso, pure belli. Mi è piaciuto il lapsus della tua traduzione dell’ultimo verso, shy as though I’d never been your lover: “Timido come se non fossi mai stato il tuo amante”. Ma tradurla così significava entrare dentro l’emotività – l’intimità comunque solitaria – di un uomo. E tu, che sei persona più sensibile ed emotiva di quanto non sembri, hai dribblato il colpo, spostando l’attenzione sulla relazione a due…Ma lì è lui, da solo, che “ascolta” se stesso. Lei esiste in quanto fonte di emozioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...