atti osceni in luogo privato

mmun libro a due facce: nella prima il protagonista racconta il suo rapporto con il sesso dall’adolescenza alla maturità, nella seconda è invece centrale la relazione tra l’individuo e la famiglia, sia quella di origine che quella che il protagonista inizia a crearsi

la tensione tra le due facce è continua e viene ben rappresentata da una bellissima amica di famiglia, oggetto sempre frustrato del desiderio – il protagonista cresce, un poco in balia di eventi che sembrano spesso fuori di lui, e freudianamente inizia a diventare grande solo con la morte (reale e non solo simbolica) dei genitori

un libro complessivamente non male, ma che promette più di quanto non riesca a mantenere – le parti migliori sono la descrizione dello stupore della scoperta del sesso, mentre non mi è piaciuto il troppo facile sentimentalismo smielato e ruffiano di alcune parti come il finale

“L’unico a disertare i Deux Magots era Antoine, che aveva capitolato con Marion, la ragazza corsa del suo palazzo. Stavano sempre appiccicati, lui mi raccontò che Marion aveva l’arte della bocca e non c’erano parole per descrivere l’effetto. Disse solo: È meglio del calcio. Eravamo in due mondi diversi e la lontananza si faceva ogni giorno più grande.”

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...