sodoma e gomorra

in questo libro proust si concentra sull’omosessualità, come evidenzia sin dal titolo: omosessualità maschile, descrivendo l’ossessione del barone di charlus per il bel ragazzo morel, probabile specchio dell’amore dell’autore per l’autista alfred

il barone, per gli ignari modello di mascolinità, arriva a rendersi ridicolo e lo sguardo dell’autore lo segue sempre sul filo tra la critica borghese e la complicità gay

ma anche l’omosessualità femminile che diventa una vera ossessione per il narratore: la convinzione che la sua albertine preferisca gli amori saffici lo rode continuamente – d’altra parte le descrizioni delle effusioni del protagonista con albertine restano così indistinte che svelano la ignoranza e il disinteresse di proust per i rapporti con le donne

viene nel libro espresso più volte il parallelo tra sion e sodoma, tra ebrei e omosessuali: proust arriva ad applicare agli omosessuali le parole rivolte ad abramo e alla sua discendenza: “se uno sa contare i granelli di polvere della terra, potrà contare anche quella posterità” – parallelo che riguarda da una parte le vessazioni subite, dall’altra l’orgoglioso separatismo delle due comunità

“Qual è il medico dei pazzi che non abbia avuto, a forza di frequentarli, la sua crisi di follia? Fortunato ancora se può affermare che non è una follia anteriore e latente che l’aveva votato a occuparsi di loro. L’oggetto dei suoi studi, per uno psichiatra, reagisce sovente contro di lui. Ma prima di ciò, quale oscura inclinazione, quale spavento fascinatore gli avevano fatto scegliere questo oggetto?”

“D’altronde, i nostri desideri per le varie donne non hanno sempre la stessa violenza.”

“Certo [i Sodomisti] formano in tutti i paesi una colonia orientale, raffinata, amante della musica, maldicente, che ha qualità incantevoli e insopportabili difetti.”

 

 

 

Annunci

Informazioni su vaccaricarlo

father (3), blogger (vaccaricarlo), biker (Ducati)
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...