l’acustica perfetta

mi piace come scrive daria bignardi: storie dei nostri giorni, con protagonisti non necessariamente “buoni” o “cattivi”, un’attenzione non banale all’evoluzione delle loro vite, il giusto equilibrio tra lo sviluppo della trama e la descrizione degli stati d’animo interni – in questo libro il protagonista va a caccia della storia passata della moglie, misteriosamente scomparsa lasciando un messaggio di addio/arrivederci

il viaggio del protagonista alla scoperta del passato della donna diventa anche un viaggio interiore a rivisitare le radici del loro amore e in genere a reinterpretare il passato della coppia e di sé stessi – il protagonista si muove tra luoghi del passato e del presente, in mezzo alla quotidianità di famiglie diverse con le loro caratteristiche e i loro segreti

“«Ma non sei geloso?»

«Moltissimo. Ma ho bisogno che Klara sia felice. Non per altruismo, perché sto bene solo se sta bene lei, non ho scelta. E poi mi sono organizzato, lo sai anche tu, sto una pacchia qui. Con Mao, i miei polli, il bosco, i giornali, il vino buono. Il Momi. I miei libri. Non mi è andata male, non farei cambio con nessuno dei miei amici dell’università. Dei sette inseparabili che eravamo, due sono in galera, tre sono morti e uno è diventato sottosegretario, il più stronzo di tutti. Quello che sta meglio sono io.»”

“Lui parla poco, si occupa dei bambini, fa la spesa, cucina e la sera mi fa compagnia: sesso a parte, è una moglie ideale.”

“«Chi è felice ha ragione» dice Guelfo, citando Tolstoj. E io mi sono sempre protetto, arrangiato, ho deciso di volermi bene e stare bene, anche quando voleva dire chiudere gli occhi, schivare un problema, evitare un dubbio o un dolore. Ma non siamo tutti uguali. Non tutti sono capaci di agire così, se non glielo insegni da piccoli. E forse non è neanche del tutto giusto.”

 

 

 

 

Informazioni su vaccaricarlo

father (3), blogger (vaccaricarlo), biker (Ducati)
Questa voce è stata pubblicata in libri e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...