Archivi categoria: poesia

andai / i went

Andai «Non ebbi legami. Mi abbandonai totalmente e andai. A godimenti, per metà reali e per metà erratici nella mia mente, andai nella notte illuminata. E bevvi vini vigorosi, come quelli che bevono i prodi del piacere». I Went I … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

il rimorso – el remordimiento

Ho commesso il peggiore dei peccati che un uomo può commettere. Non sono stato felice. Mi travolgano e disperdano, spietati, i ghiacci dell’oblio. I miei mi avevano creato per il gioco azzardato e stupendo della vita, per la terra, per … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , , | 1 commento

Di seconda virtù

Vedo tutto farsi aria aria le mani, le dita aria le carezze il bosco, il recinto regni intoccabili in cui chiudi i pensieri e ne fai rami appesi al vento delle soglie. * Quale sarà mai l’alfabeto delle carezze? Cosa … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

sensoltre

bellissima esperienza organizzata  da informatici senza frontiere: una mostra di quadri per ciechi da “vedere” bendati toccandoli con le mani e ascoltando in cuffia  un testo con musica nella splendida ambientazione della sala del cenacolo in vicolo valdina (offerta dalla … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , , , | 1 commento

lunga è la notte di peppino

Lunga è la notte e senza tempo. Il cielo gonfio di pioggia non consente agli occhi di vedere le stelle. Non sarà il gelido vento a riportare la luce, né il canto del gallo, né il pianto di un bimbo. … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , | Lascia un commento

Animae ludentes

Voi che nella luce del giorno sotto la mia finestra mimate allegri l’età adulta continuate vi prego le vostre prove perdonate l’atto impuro di chi di voi voleva fare materia di canto senza di voi capire il come il quanto … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , , | Lascia un commento

acqua che passa – victor cavallo

Pace è acqua che passa Allah è grande e a Maronn c’accumpagna sole che sorgi libero e giocondo tra le lacrime d’amore i tram fermi le rotaie nere come vene disperate le nuvole d’improvviso come un’osteria chiusa un’ariaccia che rende … Continua a leggere

Pubblicato in poesia | Contrassegnato , | Lascia un commento