Weekend a Firenze

abbiamo organizzato un weekend a firenze per farla conoscere ad arianna – prenotato appartamento in centro su booking e un bel treno veloce per arrivarci

in poco più di 30 ore abbiamo visto gli uffizi (fantastici i botticelli!), mangiato una fiorentina da 1,2 kg in un ristorante carino (natalino), saliti sul campanile di giotto (414 scalini,da prenotare), visitato palazzo e piazza della signoria, lungarno, ponte vecchio, palazzo pitti (da fuori), il battistero (bellissimi i mosaici), il duomo (una delusione dentro), santa maria novella …

il pomeriggio a palazzo strozzi abbiamo visitato una mostra di bill viola: alcuni video interessanti, altri dove stavo per urlare alla fantozzi “per me … è una boiata pazzesca!”, altri ancora belli ma troppo lunghi – non si posso vedere in piedi video lunghi 38 minuti senza una parola

divertente spiegare ad arianna tutte le storie della bibbia, dalla genesi a giovanni battista alla vita di gesù, che lei non battezzata scopre in affreschi, sculture e mosaici, scettica e incuriosita ad un tempo

europa e software libero

a bruxelles è stato costituito al parlamento europeo un intergruppo su “nuovi media, software libero e società dell’informazione aperta” con la partecipazione di parlamentari dei principali gruppi politici di destra e di sinistra

“questo intergruppo dimostra che la consapevolezza dei parlamentari europei sui beni comuni digitali sta crescendo. questo ci incoraggia a continuare a richiamare l’attenzione dei nostri rappresentanti grazie al patto per il software libero” ha detto benoît sibaud, presidente di april.

soddisfazione espressa anche da marco ciurcina, presidente di AsSoLi – associazione per il software libero

un’altra buona notizia per il software libero, insieme a quella di firenze, dove il comune sta studiando la migrazione a software opensource per incrementare ri-uso trasparenza e accessibilità