luxembourg 2017 – statistical cooperation

partenza all’alba da bruxelles in treno per arrivare a lussemburgo dove mi aspetta la riunione annuale di tutti gli uffici che si occupano di cooperazione internazionale negli uffici di statistica europei – mi accompagna il fratellino, con cui prendiamo un caffè alla stazione, poi mi godo l’alba sulle campagne delle ardenne, tra pendolari e assonnati studenti

alla riunione sono presenti anche molti dei principali beneficiari, come i paesi balcanici – tante discussioni e argomenti interessanti, ma le presentazioni sono spesso noiose e fatte male: ma ci vuole così tanto a fare presentazioni un poco vivaci evitando di leggere le slide? fanno questo errore anche persone con tanti anni di esperienza … all’università se li sarebbero mangiati

venerdì mattina mi faccio a piedi dal centro a kirchberg, passando in mezzo agli infiniti e grandiosi lavori stradali – e prima di andare in aeroporto non può mancare una puntata tecnologica a auchan, dove però hanno ridotto di molto lo spazio dedicato a informatica e telefonia …

lussemburgo mgsc 2014

e vengo a lussemburgo per imparare un lavoro: al mgsc (management group for statistical cooperation) si vedono tutti quelli che in Europa si occupano di cooperazione internazionale –  arrivo la sera di mercoledì via amsterdam, l’albergo non è granché, sembra un albergo ad ore

la mattina dopo colazione decidiamo di andare a eurostat a piedi: più di cinque chilometri in un’oretta – la riunione è interessante soprattutto per me che sto imparando: si discute di tutti i progetti di cooperazione internazionale e di problemi e opportunità delle varie aree geograficheimage

il passaggio in due giorni da tirana a lussemburgo, dalla periferia scalcinata di europa al suo centro ricco e borioso è da choc culturale – in italia siamo una piacevole via di mezzo

anche il pomeriggio rientriamo a piedi, oggi con 13.000 passi batto il mio record giornaliero di moves – la sera cena simpatica in ristorante greco con sbevazzata generale, poi rientro in albergo

anche venerdì vado a piedi in ufficio e affrontiamo la seconda giornata di meeting: ancora contatti interessanti poi si chiude – un salto dal fantastico auchan per un po’ di tecnologia e tutti all’aeroporto