Weekend a Firenze

abbiamo organizzato un weekend a firenze per farla conoscere ad arianna – prenotato appartamento in centro su booking e un bel treno veloce per arrivarci

in poco più di 30 ore abbiamo visto gli uffizi (fantastici i botticelli!), mangiato una fiorentina da 1,2 kg in un ristorante carino (natalino), saliti sul campanile di giotto (414 scalini,da prenotare), visitato palazzo e piazza della signoria, lungarno, ponte vecchio, palazzo pitti (da fuori), il battistero (bellissimi i mosaici), il duomo (una delusione dentro), santa maria novella …

il pomeriggio a palazzo strozzi abbiamo visitato una mostra di bill viola: alcuni video interessanti, altri dove stavo per urlare alla fantozzi “per me … è una boiata pazzesca!”, altri ancora belli ma troppo lunghi – non si posso vedere in piedi video lunghi 38 minuti senza una parola

divertente spiegare ad arianna tutte le storie della bibbia, dalla genesi a giovanni battista alla vita di gesù, che lei non battezzata scopre in affreschi, sculture e mosaici, scettica e incuriosita ad un tempo

weekend

locandinavenerdì sera da nunzia a benevento cena dei motociclisti per organizzare il viaggio di quest’anno: andiamo prima a corfù e poi torniamo in albania per completare il giro interrotto l’anno scorso dall’incidente – solita cena “familiare” con nunzia che si siede con noi al tavolo per discutere il menu (e il viaggio!)

sabato mattina mi dedico all’educazione di ciro, un cane pastore del caucaso con il quale faccio una lunga passeggiata, tenendolo ogni tanto con il guinzaglio “al piede” – ciro risponde benissimo e sono molto contento: non solo sta perfettamente al mio fianco senza tirare, ma sta anche al piede quando passiamo davanti ad altri cani che gli abbaiano contro

camminare con un cane nella campagna mi fa sentire che questa unione (tra uomini e cani) è di origine antichissima e che le nostre specie sono complementari da migliaia di anni

sabato poi psico-cinema: la mattina california poker e il pomeriggio notturno bus, due bei film per riflettere sul temo dell’azzardo, sugli azzardi che abbiamo sperimentato nelle nostre vite e su quelli potenziali

weekend

darylhannah_bladerunnersabato giornata cinema a benevento: un film la mattina (blade runner) e uno il pomeriggio (pane e tulipani), legati dal tema della nascita, e dopo ogni film una serie di esercizi/giochi di gestalt; a pranzo prelibatezze e vino locali con chiacchiera annessa

il gioco dura da un paio di anni e ezio (strizzacervelli tuttologo) guida il gruppo, affiatato anche se sempre con qualche piacevole innesto nuovo, attraversando le ore della giornata tra gioco e approfondimento, scherzi e momenti molto carichi emotivamente

un bel modo di regalarsi uno spazio che dia anche l’occasione di riflettere senza eccessive pesantezze

domenica si rientra a roma, di corsa a finire di cuocere quattro teglie di pasta al forno e via al pranzo dei barboni (lo so che si chiamano in altro modo, ma comincio ad odiare l’ipocrisia nominalistica del politically correct), appuntamento mensile con vecchi amici scout che, venti anni dopo 27092009339la fine del gruppo (chiuso per motivi politici), si sono rivisti e hanno deciso di fare qualcosa insieme per gli amici meno fortunati

cucinare, servire a tavola, mangiare con loro … semplici gesti che ci fanno ricordare la fortuna che abbiamo avuto (spesso senza alcun merito) nell’avere una casa, un lavoro, una vita meno complicata e sofferta della loro

… e tutti i problemi delle nostre vite evaporano davanti ai loro racconti e alle loro facce